#film / “L’orologio di Monaco”, opera seconda di Mauro Caputo arriva in home video con galleria fotografica

da

“L’orologio di Monaco”, opera seconda di Mauro Caputo, presentato nella selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma e al Mittel Cinema Fest, è un film che riconferma la collaborazione regista/romanziere Giorgio Pressburger . Protagonista una trama che si snoda tra la voce e la fisicità di un uomo (Giorgio Pressburger), protagonista di un viaggio umano scenario dell’intreccio tra le vicende personali e familiari, che riescono ad intrecciarsi con la memoria del ‘900, evocandone storie, violenza, arte, passioni. Scrittore, regista, operatore culturale su molteplici campi, che come pochi sa raccontare quel territorio fisico e immateriale che è stata (ed è) la Mitteleuropa, Pressburger rivive con intensa emozione, attraverso una ricerca che si intreccia tra presente e passato, i ricordi e le vicende umane di cui è stato osservatore partecipe. Tratto da una serie di suoi racconti editi da Einaudi, il film diventa il pedinamento poetico di un vagabondaggio culturale nell’Europa del ‘900, in cui passano i drammi della Shoah, delle diaspore, le dittature, ma anche lo splendore della civiltà di Kafka, Svevo, Saba, fino a Philip Roth, e di città-simbolo come Trieste, Londra, Praga.

E su tutto, la voce e la fisicità di un uomo, protagonista di questo viaggio, la cui vicenda personale e familiare riesce magicamente a intrecciarsi con la memoria del nostro ‘900, evocandone storie, violenza, arte, passioni. E come sintetizzato dallo stesso Pressburger, riferendosi al cinquecentesco trattato di Etienne de La Boétie tornato in tempi recenti a essere un piccolo bestseller, un messaggio più forte di tutti, che pervade il film: quello contro la servitù volontaria degli uomini. Un intreccio di vite in cui si incontrano i nomi di Karl Marx, il poeta Heinrich Heine, il compositore Mendelssohn, il regista di ‘Scarpette rosse’ Emeric Pressburger e suo nipote, anche lui regista e premio Oscar, Kevin Macdonald. Dopo un tour di proiezioni internazionali tutt’ora in corso (dal Festival di Rio de Janeiro a Parigi, Tokyo, San Francisco, Marsiglia, Sydney, Chicago, Madrid, Zurigo, Monaco di Baviera, Osaka…) arriva la versione del film in home video, corredato da un’interessante galleria fotografica come extra, il DVD de L’Orologio di Monaco è distribuito nelle migliori librerie e videoteche da Istituto Luce-Cinecittà. Il DVD è disponibile in tutti gli store on-line come Amazon, IBS, La Feltrinelli, etc.