#formia / Assestamento di bilancio, CasaPound: “830mila euro di debiti, situazione gravissima”

da

Gravissimi i dati emersi dalla discussione in Consiglio Comunale nella trattazione dell’assestamento di bilancio. Il Comune di Formia si ritrova con 830mila euro di debiti fuori bilancio, debiti che potremmo definire “divertenti” se non si trattasse di soldi che i cittadini pagano a suon di tasse. Tra le posizioni debitorie, spiccano 250mila euro per la corrente elettrica dell’ente, i 70mila euro non inseriti dal Commissario Prefettizio riguardanti i così detti costi della politica ovvero le retribuzioni di consiglieri, assessori, Sindaco ed il suo staff”. Così a margine del Consiglio Comunale di Formia che ha approvato l’assestamento di bilancio, si esprime in una nota Stefano Zangrillo, portavoce di CasaPound Formia.

“L’attuale amministrazione Villa – si legge ancora -  giustamente ha cercato attraverso l’assessore Spertini di far quadrare i conti ma con un debito così elevato, non potevano che tagliarsi risorse un po’ ovunque. Ecco che le risorse destinate a Turismo e Commercio vengono dimezzate di più del 50% insomma per le ‘medicine’ che dovrebbero rianimare questa città morente, non ci sono soldi. Singolare poi il fatto che non si siano toccati i soldi per il Nucleo di Valutazione che ci costa 41mila euro e i risultati sono i debiti, cosa valuta questo nucleo non si sa. Per l’agricoltura, settore in espansione in tutta Italia, il capitolato recita zero euro. Noi avremmo tolto i 40mila euro al nucleo di Valutazione e li avremmo destinati alla terra che sicuramente avrebbe fruttato di più. È vero che amministrare oggi è difficile ma questi debiti lasciano molti dubbi. Fossimo al governo cittadino avremmo chiesto al Sindaco di adire la Corte dei Conti per far luce su queste gestioni economiche degli ultimi anni. Sono soldi pubblici, sono soldi dei cittadini”.