#formia / Gruppi di mutuo auto aiuto per combattere l’alzheimer

da

Il distretto socio-sanitario Formia-Gaeta si è riunito ieri per programmare e definire gli interventi nel campo dell’assistenza ai malati di alzheimer. All’incontro, cui hanno preso parte anche gli assistenti sociali dei Comuni distrettuali, i sindacati e i referenti del terzo settore, sono stati invitati i responsabili di “Casa Aima Onlus” di Latina che supporteranno le famiglie nella costituzione dei gruppi di mutuo auto aiuto, strumento perno del progetto sub-distrettuale indetto dal Comune di Latina in qualità di ente capofila.

Il gruppo di mutuo auto aiuto è costituito da persone che hanno in comune lo stesso problema e che, nel confronto orizzontale con gli altri, sperimentano momenti di condivisione, solidarietà e crescita, scoprendosi capaci non solo di ricevere aiuto ma anche di darne. La finalità dei gruppi è fornire ai familiari dei malati di Alzheimer uno spazio nel quale confrontarsi, per scambiarsi conoscenze ed esperienze nell’assistenza e cura dei propri cari affetti da tale patologia.

“Nel nostro distretto socio-sanitario – spiega l’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Formia Eliana Talamas – è prevista l’attivazione entro maggio di 2 gruppi di mutuo-auto aiuto, ognuno dei quali composto da 10-15 persone, condotto da due facilitatori con la supervisione di un esperto. Attraverso l’attività di gruppo, i facilitatori aiuteranno i partecipanti a parlare di sé, a condividere le esperienze e a scambiarsi conoscenze sulle problematiche della malattia. Si tratta di uno strumento innovativo che considera l’importanza del benessere psico-sociale non solo dei malati ma anche delle famiglie sulle quali ricade spesso l’intero carico dell’assistenza. Un modo per uscire dall’isolamento sociale e psicologico, trovando comprensione ed ascolto, scambiandosi informazioni ed esperienze utili ad affrontare giorno per giorno le problematiche della malattia. L’obiettivo è di migliorare la qualità della vita e creare una rete stabile di volontariato. A breve – conclude l’Assessora – l’ufficio di piano distrettuale comunicherà le modalità attraverso le quali sarà possibile chiedere l’adesione ai gruppi di mutuo auto aiuto”.