#formia / “Le notti nere di Cicerone”, le critiche di Formia ConTe

da

“Le notti nere di Cicerone. Si chiudono le Notti di Cicerone…. e si chiudono con un bilancio alquanto negativo. La partecipazione per una manifestazione cardine del programma estivo dell’amministrazione comunale ha infatti registrato una presenza di turisti irrilevante. Quest’anno l’esperimento delle Notti di Cicerone, per recuperare quella fama intramontabile di cui Formia ha sempre goduto,ha fallito decisamente, non trovando riscontro di alcun tipo soprattutto economico, delle attività commerciali e di somministrazione. Condividiamo pienamente il fatto di voler valorizzare il brand Cicerone, ma non è in questo modo che va fatto”. Sono le parole con cui aprono la loro nota alcuni membri del gruppo politico “Formia ConTe”,  Gianfranco Conte, Maurizio Tallerini, Amato La Mura, Kevin Pimpinella e Assunta Vellozzi.

“Si deve infatti constatare – si legge ancora – una mancanza di adeguata comunicazione sulla manifestazione e sugli ospiti presenti restringendo l’iniziativa ad una piccola parte dei cittadini Formiani. Appare necessario fermarsi ed invertire rotta! Ancora non è chiaro a questa amministrazione che bisogna puntare sulla promozione del territorio. Facciamo conoscere Formia e il nostro golfo! Per rilanciare il turismo ed il commercio sono necessari interventi strutturali, attraverso un dialogo costante con le associazioni commerciali e di categoria. La città non ne può più, i commercianti sono esausti! È questa la visione del turismo da qui a quattro anni ? È questa la VOSTRA idea di città? Avanti adagio”.

Foto di repertorio