#formia / Manutenzione stradale, Lega: “azioni di autogestione, altro che città delle piccole cose!”

da

Il gruppo della Lega di Formia interviene con una nota sulla questione “manutenzione stradale”, criticando l’azione dell’attuale Amministrazione cittadina che “costringe cittadini  – scrivono – ad azioni di autogestione altro che città delle piccole cose”. Il loro punto di vista, secondo quanto spiegano, è frutto delle sensazioni raccolte dalle sue delegazioni territoriali che hanno constato il malcontento di diversi cittadini. “Terminata la campagna elettorale della neo sindaca Paola Villa con lo slogan la città delle piccole cose - si legge nella nota della Legasembra che la situazione delle nostre strade sia precipitata: il manto stradale è in pessime condizioni, con buche oramai sparse per tutta la città. Sembrerebbe che gli unici a beneficiare di tale situazione sono i gommisti, che ogni giorno, accolgono numerosi automobilisti che riportano danni ai pneumatici e cerchi. Di riflesso, aumenta il contenzioso nei confronti dell’ente gestore, in molti casi proprio il Comune, che potrebbe vedersi già dal prossimo bilancio debiti fuori bilancio per risarcimento danni. Pertanto la Lega chiede al Comune lo stato degli affidamenti per la manutenzione delle strade, chi sia l’impresa incaricata, quale sia l’importo e soprattutto come mai ad oggi le strade, alle porte della stagione estiva, versano in tali condizioni disastrate?”.

 “Questa mattina abbiamo registrato l’apoteosi della follia - si legge proseguendo – con dei cittadini del quartiere di Acqualonga che disperati hanno proceduto a proprie spese a sistemare al meglio almeno le buche più grandi e, come se ciò non bastasse, sembrerebbe che gli stessi, al quale va il nostro plauso, da persone per bene abbiano chiesto ed addirittura ottenuto una sorta di autorizzazione a sistemare una strada comunale, strada che dovrebbe essere sistemata a spese del Comune che quest’anno ha pensato anche bene di aumentare i tributi locali. Se ciò corrispondesse al vero saremmo di fronte alla sconfitta delle piccole cose di questa Amministrazione che di fronte ad una azione dimostrativa di cittadini disperati invece di intervenire immediatamente addirittura avrebbe autorizzato tale opera. Facciamo un plauso a tale azione dei cittadini e ci diciamo sin da subito a disposizione degli stessi, all’Amministrazione invece chiediamo fino a che punto intendono arrivare, i cittadini sono esausti. Le gare della ex -Global Service sono bloccate da mesi, gli ex lavoratori che hanno prestato servizio per più di 20 anni per il Comune sono a casa senza stipendio da mesi, le strade un colabrodo, le tasse comunali aumentate, se questo è il vostro programma elettorale per una Formia delle piccole cose sappiate che i cittadini meritano una Formia se non migliore almeno normale. Prendiamo infine tristemente atto che non ci sono soldi per coprire le buche ma ci sono per un contributo richiesto il 7 marzo e deliberato il 14 marzo (record!) per il rally città di Formia… volere è potere altro che chiacchiere”.