#formia / Orti urbani, il M5s deposita nuovamente il regolamento in Comune per l’iniziativa

da

“Ricorderete come nei giorni scorsi avevamo lamentato l’incongruenza della risposta da parte del Comune, nella persona del Responsabile del Settore Patrimonio, alle nostre richieste di notizie, inoltrate tramite il Difensore Civico Regionale, sull’approvazione del Regolamento sugli Orti Urbani da noi presentato all’Amministrazione Comunale a febbraio del 2014″. Così in una nota il meet-up del Movimento cinque stelle di Formia con cui ritorna sulla proposta degli orti urbani.

“Finalmente sembra che qualcosa si muova - si legge ancora -  anche se ci è stato comunicato che agli atti non risulta alcuna documentazione nonostante il Regolamento sia stato regolarmente da noi protocollato e, per quanto ci risulta, addirittura preso in esame a suo tempo dagli uffici competenti per non meglio precisate e comunque inesitate iniziative al riguardo.  Tant’è, che ormai non ci meravigliamo più di nulla.

Abbiamo quindi volentieri assecondata la richiesta fattaci dal Segretario del Comune di consegnare nuovamente il Regolamento e lo abbiamo protocollato nuovamente, prendendo atto, tra l’altro, della dichiarata disponibilità da parte del Comune di procedere alla realizzazione di orti sociali da assegnare ad anziani e/o a famiglie che ne facciano richiesta utilizzando anche i terreni confiscati alla criminalità organizzata, per i quali gli avvisi pubblici per manifestazioni d’interesse ai sensi dell’art. 48 legge 159/2011 sembra abbiano avuto finora esito negativo”.

E conclude: “Siamo lieti quindi che il Regolamento da noi proposto possa essere utile sia per favorire un fenomeno di indiscussa utilità sociale ed ambientale, sia per la riconversione dei beni sottratti alla malavita organizzata ed abbiamo anche chiesto di essere ascoltati sia prima che il Regolamento venga messo in discussione e speriamo approvazione in Consiglio Comunale per fornire ulteriori dettagli, sia dopo per collaborare nella individuazione dei terreni che in base alla documentazione catastale in nostro possesso risultano utilizzabili allo scopo e quindi assegnabili. Insomma massima collaborazione e disponiibilità da parte degli attivisti del M5S. Ci auguriamo che una volta tanto prevalga il bene comune e relazioneremo con puntualità ed attenzaione lo sviluppo dell’iter di idscussione ed approvazione in Consiglio”-