#formia / Primo Consiglio Comunale: il Sindaco Villa ha giurato e presentato la sua Giunta

da

“Serenità, libertà e onestà di intellettuale”, vogliono essere questi i principi di questo nuovo governo cittadino che, oggi pomeriggio, è stato ufficializzato con il giuramento del sindaco di Formia, Paola Villa, la presentazione del Consiglio Comunale e della Giunta. Prima del giuramento, nonostante l’aria di giubilo nella Sala Ribaud, particolarmente affollata per l’occasione, non è mancata, su espressa richiesta del Sindaco, un minuto di silenzio per la giovane vita spezzata in un incidente stradale della giovane concittadina, Serena Pezzella, nonché a sua figlia di tre anni, a cui è andato il pensiero affinché riesca ad avere salva la vita. Dopodiché il passaggio alle formalità di rito.

Giurato il sindaco Villa sulla Costituzione italiana, si è passati all’elezione del Presidente del Consiglio ( la seduta era stata aperta dal Consigliere più votato della tornata elettorale, Gianluca Taddeo, come facente funzione); la maggioranza ha espresso il nome dell’Avv. Pasquale Di Gabriele che, dopo aver rivolto un messaggio di lealtà nel rispetto della funzione alla quale era candidato ai membri dell’opposizione, è stato eletto all’unanimità. Suo vice, il consigliere di maggioranza Pasquale Martellucci.

Di qui gli incarichi di Giunta. Nel rispetto delle pari opportunità il Sindaco ha scelto la sua squadra di sette membri: tre donne e quattro uomini. Carmina Trillino, classe 1967, assessore alla Cultura e Vicesindaco; Paolo Mazza, classe 1963, assessore all’Urbanistica; Pasquale Forte, classe 1964, assessore a Lavori e Opere Pubbliche; Giovanni D’Angiò, classe 1967, assessore ai Servizi Sociali ( che ha rivestito già l’incarico nell’ultima amministrazione dell’ex-sindaco Bartolomeo); Ida Meglio, classe 1976, assessore al Turismo e Sviluppo economico; Fulvio Spertini, classe 1954, assessore al Personale e al Bilancio ( che ha rivestito già l’incarico nell’ultima amministrazione dell’ex-sindaco Bartolomeo); Alessandra Lardo, classe 1989, assessore alla Formazione Integrazione, Politiche giovanili, Sportello Europa e Digitalizzazione. Il sindaco Villa si è riservata la delega all’Ambiente, al Territorio, al Ciclo dell’Acqua e al Waterfront. “Questa squadra – ha chiuso il Sindaco, dopo aver letto l’elenco – è quella di tutto il Consiglio Comunale e di tutta la città di Formia”. Una squadra dalla quale rimane fuori, quindi, e pare per scelta personale, Kristian Franzini, tra i più citati nel “toto-giunta” dei giorni passati e da sempre fianco a fianco nell’avventura politica che ha portato la Villa ad indossare come prima donna la fascia del Sindaco della città di Formia.

Poi, il discorso di insediamento, le linee programmatiche, che hanno trovato il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza e l’astensione dell’opposizione, ed un messaggio: “Far parte di un organo deliberante vorrei che fosse il pensiero ricorrente per i consiglieri comunali, soprattutto per quelli che come me siedono su questi scranni per la prima volta e che compongono la stragrande parte della mia coalizione e la convinzione che possano esercitare questa funzione in nome della comunità cittadina per migliorare il destino del proprio Comune condividendo i valori di collegialità, efficacia ed efficienza, trasparenza e imparzialità, rigore e responsabilità, motivazione e dinamismo, progettualità e lungimiranza e continua comunicazione e interazione tra loro. ‘A Formia sia bello vivere’ non è uno slogan bensì la finalità”.

Un richiamo ad un senso civico, ad una politica di “servizio”, che siano in grado di andare oltre le fazioni politiche e trovino più convergenze che astio e che, in questo primo consesso civico, hanno trovato una comunione di intenti con pressoché tutti i rappresentanti dell’opposizione che hanno preso la parola, fermo restando, ha sottolineato il consigliere Claudio Marciano, che nella conflittualità, comunque insista nel concetto di opposizione, non c’è nulla di male, purché sia un momento di crescita e di confronto.

Infine, sono stati eletti i membri effettivi e quelli supplenti della Commissione elettorale comunale, ovvero per i primi Christian Lombardi, Fabio Papa e Gianluca Taddeo e, per i secondi, Marco Bianchini, Simone Troisi ed Eleonora Zangrillo.

Per quanto concerne la Commissione Giudici Popolari, oltre la presidenza del Sindaco, i componenti votati sono stati Pasquale Cardillo Cupo e Valentina Forcina.

Altro dato definito quello dei Capigruppo: in quanto unici esponenti Claudio Marciano lo sarà per “Pd-Formia Bene Comune”; Erasmo Picano per l’Udc; Gianfranco Conte per “ConTe” e Antonio Capraro per “Formia Vinci”. Forza Italia ha designato Eleonora Zangrillo; la Lega Antonio Di Rocco; “Formia città in comune” Daniele Nardella, “Ripartiamo con voi” Dario Colella e “Un’altra città” Gerardo Forte. Le Commissioni Consiliari saranno argomento della prossima riunione di Consiglio; esse saranno otto più quella per la Trasparenza e sulla base dei rappresentanti unici eletti di alcune rappresentanze politiche, si sta pensando anche ad una modifica dello Statuto Comunale, che consenta di delegare al proprio ruolo.