#formia / Sosta a pagamento: arriva la “K-City”, tutte le novità

da

Nel corso di una conferenza stampa tenuta – questa mattina -  presso al Sala Ribaud del Comune di Formia, è stata presentata la società affidataria della gestione della sosta a pagamento sul territorio comunale. Si tratta della “K-City” illustrata – per quanto concerne i dettagli delle innovazioni gestionali -  dall’ingegnere Alessandro Polverino, accanto a cui sedevano il Sindaco della città Paola Villa e all’assessore all’Urbanistica del Comune di Formia Paolo Mazza.

Secondo quanto spiegato dal Primo Cittadino Villa, tre erano gli obiettivi che intendeva centrare l’Amministrazione con questo bando, riuscendoci: in primis garantire il cosiddetto “passaggio di cantiere”, vale a dire l’assorbimento di tutti i dipendenti già impegnati nella società uscente affidataria della gestione sosta in città; anzi pare che nel corso del tempo – nei periodi dell’anno di maggiore necessità – potrebbe esserci anche l’assunzione di lavoratori stagionali – nell’ordine di circa 7/8 unità. Tra l’altro proprio durante la conferenza stampa, l’intervento di Franco Meschino della Cgil Formia, ha fatto sì che si stabilisse anche l’approssimarsi di un incontro della società con le sigle sindacali prima dell’effettiva entrata in vigore della K-City nella gestione fissata al prossimo I ottobre.

Altro obiettivo – sempre secondo quanto illustrato dal Sindaco Villa – la differenziazione dell’offerta per quanto concerne gli “abbonamenti”. Se da un lato gli utenti potranno parcheggiare con l’acquisto del consueto tickets, il cui costo rimane quello di un euro all’ora, dall’altro sarà possibile comprare un abbonamento a scadenza annuale, semestrale o mensile. Gli abbondamenti saranno acquistabili dal I ottobre: di persona presso lo Sportello del Cittadino di Formia (piazzaetta dell’Erbe) – sede temporanea della società -  dove saranno disponibili due operatori dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13, ed il pomeriggio dalle 14.30 alle 16.30; o sul sito intenet – online anch’esso dal prossimo I ottobre – www.parkingformia.it (a cui si potrà accedere anche mediante link dal sito del Comune di Formia). Per poterne acquistare uno sarà necessario produrre diversa documentazione ( che non dovrà più essere presentata per eventuali “rinnovi”) a seconda della tipologia nella quale si rientra.

Sarà disponibile un abbonamento per i residenti ( i quali dovranno presentare carta d’identità, libretto dell’automobile e certificato di residenza) al costo di 42 euro per l’annuale, di 27 euro per il semestrale e 5,50 euro per quello mensile; per chi possiede la seconda macchina (ovvero la seconda macchina all’intento del nucleo familiare) i documenti da presentare saranno i medesimi, i prezzi saranno invece di 60 euro per l’annuale, 36 euro per il semestrale e di 8 euro per il mensile. Sottolineando che i residenti di via Vitruvio e piazza Mattej saranno gli unici a poter usufruire dell’abbonamento per parcheggiare in queste due zone adibite alla sosta tramite tickets, va ancora spiegata l’esistenza di anche altre tre categorie prese definitivamente in considerazione per gli abbonamenti: i non residenti ma possessori di immobili; i residenti dei Comuni limitrofi (Gaeta, Itri, Minturno, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene) e i lavoratori dipendenti o indipendenti nel Comune di Formia.  Queste tre categorie, con la presentazione dei relativi documenti dimostrativi dell’appartenenza alle stesse, potranno accedere ad un abbonamento annuale del costo di 120 euro, oppure semestrale con 75 euro , o ancora mensile con 15 euro.

Infine terzo obiettivo: ottenere una gestione “speditiva e veloce”. Questo aspetto sarà garantito dall’introduzione di diverse misure “smart”: i parchimetri – 75, secondo quanto annunciato, quelli di cui è prevista l’istallazione – saranno dotati di pagamento contanti e/o bancomat e carta di credito;  le strisce blu saranno dotate di “sensori” che consentiranno di controllare la validità della sosta. A tal punto va detto che essi saranno predisposti a segnalare l’irregolarità della sosta allo scadere di un valido contrassegno di pagamento: l’azione, però, non sarà immediata nell’arco della mezz’ora successiva allo scadere del tickets si potrà aggiornarlo o recandosi al parchimetro o attraverso l’app; diversamente scatterà la sanzione.  Ci saranno, ancora, un’ “app smart payment”, un’app che indicherà agli utenti la disponibilità di stalli liberi nelle varie aree, pannelli luminosi per dare indicazioni di disponibilità sempre in fatto di sosta, ed infine altre due novità. Sulle piattaforme digitali sarà possibile segnalare anche disagi e in cinque zone di sosta saranno predisposti cinque defibrillatori ( per l’uso dei quali i dipendenti saranno chiamati a seguire un corso di formazione) che possano essere usati in caso di emergenza. Una scelta quest’ultima legata alla volontà – secondo quanto appreso -  di rendere i dipendenti della nuova società più di semplici “controllori”, ma veri e propri partecipi dello scorrere della vita cittadina.