#golfo / “La befana vien di notte”, prosegue l’ascesa cinematografica di Odette Adado

da

Odette Adado, piccola attrice gaetana, ha vestito i panni di Emilia nel film “La befana vien di notte” interpretato da Paola Cortellesi per la regia di Michele Soavi nelle sale cinematografiche dallo scorso 27 dicembre. Pelle ambrata e capelli ricci, una bellezza semplice ed un’espressività da grande schermo, Odette è bambina serenissima che non ha mai smesso di studiare grazie alle sue amiche che hanno continuato a mandarle i compiti e a prendere gli appunti anche per lei.

A dieci anni è già al suo secondo film. La prima esperienza è stata, nel 2017, con Toni Servillo in “Lasciati andare” per la regia di Francesco Amato. Si diverte la piccola star, la sua passione la prende sul serio ma con la leggerezza che solo i bambini custodiscono che consente loro di non prendersi troppo sul serio e da grande non vuol neanche fare l’attrice, anzi le piacerebbe piuttosto passare alla regia “perchè ama inventare storie”, senza escludere anche le ipotesi di diventare una ballerina o una ginnasta.

Questo ed altro ancora ha rivelato la talentuosa Odette, grazie alla disponibilità di Rita Simeone, in un’intervista dedicata alla platea del cinema-teatro “Ariston” di Gaeta prima di lasciarla alla proiezione del film. Ha raccontato della simpatia della popolarissima Cortellesi, del freddo del Terminillo, set cinematografico di alcune settimane di riprese in mezzo alla neve, dove è stata grazie al supporto di nonno Salvatore e nonna Raffaella che l’hanno accompagnata. Ed ancora dell’amicizia nata con gli altri bambini protagonisti del cast e della non profonda simpatia per il suo personaggio Emilia: decisamente troppo diretta, caratteristica che Odette per ora non ama nelle persone in genere, e poco “trandy”,per i suoi gusti, in quanto ad abbigliamento.