#sudPontino / “Formare i giovani europei”, Peter Ercolano torna a Tortona

da

 

Peter Ercolano torna a formare i giovani europei attraverso l’arte del sorriso, in occasione della quinta edizione del Festival delle arti di Strada “St.Art 5”, a Tortona. Il festival presenterà, dal 6 all’8 settembre, esibizioni di giocoleria, clown, explosion run, musica e perfomance circensi, giochi in legno, open labs, live graffiti, live music, food and drinks, street artists, ed è organizzato dall’associazione La Fenice Aps in collaborazione con il progetto Erasmus +, il Comune di Tortona, l’Agenzia Nazionale Giovani ANGe la Fondazione C.R. Tortona. La città piemontese sarà invasa da giovani artisti, nelle piazze, nei bar, nei supermercati, negli oratori. Si rinnova quindi l’impegno di Peter Ercolano, attore e regista americano che da molti anni vive e lavora nel sud pontino, nel trasmettere ai giovani europei i valori della convivenza, della tolleranza e del rispetto attraverso le “armi” della positività e del buonumore, grazie all’immortale arte del clown che lui porta avanti da molti anni. In questo caso Peter per una settimana terrà un laboratorio intensivo che coinvolgerà ben 60 ragazzi del progetto Erasmus Plus “HIGH 5! IT’S ST. ART TIME!” (provenienti da Italia, Irlanda, Spagna, Finlandia, Belgio, Romania, Portogallo, Croazia, Ungheria, Francia, Estonia, Danimarca, Inghilterra, Grecia).

I suoi giovani allievi si esibiranno accanto a lui sul palco allestito nella piazza centrale di Tortona in una nuova e rivisitata edizione del suo spettacolo “Cuore di clown”, sabato 7 settembre.  Durante lo scambio saranno organizzati, tutti i pomeriggi, laboratori di arti di strada che saranno accompagnati, nelle mattinate, da workshop e attività educative non formali in cui si cercherà di affrontare alcuni temi chiave dell’Europa di oggi: inclusione sociale, dialogo interculturale, cittadinanza attiva e empowerment giovanile. Il progetto nasce dal percorso condiviso con alcune delle organizzazioni partner negli anni precedenti (scambi, seminari e corsi di formazione) e dall’esigenza comune di proporre a giovani con background svantaggiati (problemi familiari, comportamentali e socio-economici, abbandono scolastico, giovani migranti di prima e seconda generazione, giovani appartenenti a minoranze etniche e linguistiche, ecc.) un’occasione condivisa che accresca la loro consapevolezza riguardo alla propria identità e al proprio ruolo in Europa e li sensibilizzi ai temi dell’interculturalità, della tolleranza, della conoscenza di realtà diverse dalla propria. La collaborazione di Peter con l’associazione La Fenice e il progetto Erasmus + ha preso il via oltre dieci anni fa: si è occupato della formazione di giovani di tutta Europa, oltre che a Tortona, anche a Dublino e a Bruxelles.

Com. Stampa