#formia / “Io allatto dove voglio”: sabato flash mob a sostegno di mamme e bambini

da

Il Comune di Formia ha aderito a “Io Allatto Dove Voglio”, la campagna lanciata da “In Quanto Donna” in collaborazione con l’associazione “Diritti d’Autore” a sostegno di mamme e bambini. Sabato 25 febbraio alle ore 12 in Piazza Vittoria a Formia si terrà la prima tappa del flash mob itinerante che coinvolgerà varie piazze d’Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza e la naturalità dell’allattamento al seno.

 “Allattare è un gesto naturale, un’esigenza vitale, un meraviglioso atto d’amore” – scrive Emanuela Valente, responsabile di In Quanto Donna -. Non ha niente di esibizionistico né di scandaloso. Bisogna promuovere una cultura dell’allattamento libero e del rispetto per le esigenze di mamme e bambini”.

“C’è ancora chi considera allattare al seno in pubblico un gesto da evitare, per il quale indignarsi o scandalizzarsi – commenta Stefania Spanò, in arte Anarkikka, dell’Associazione Diritti d’Autore che per l’occasione ha creato una delle sue inconfondibili vignette -. Una mamma che allatta non ha nulla da nascondere! Allattare al seno è un gesto naturale e amorevole, cosa vi disturba?”

“La libertà di allattamento nei luoghi pubblici è un diritto – commenta Patrizia Menanno, Delegata alle Pari Opportunità del Comune di Formia -. Nutrire ovunque i propri bambini garantisce una libertà di movimento altrimenti impensabile, soprattutto oggi che la maggior parte dei pediatri consiglia l’allattamento a richiesta e non a orari rigidi, almeno nei primi mesi di vita. Inoltre, spesso i piccoli possono volere il seno per sete o per trarne consolazione. In queste condizioni la mamma dovrebbe essere quasi reclusa in casa per molti mesi. Ciò che è indecente non è l’allattamento in pubblico ma l’umiliazione e il senso di fastidio che le mamme devono provare a causa degli sguardi severi di chi le circonda. Non c’è nulla di più naturale e delicato che allattare i propri bambini ovunque ci si trovi – prosegue la Delegata Menanno -. Credo che dovremmo ragionare di più sulle offese che certi messaggi pubblicitari lanciano in continuazione strumentalizzando il corpo e il seno delle donne per vendere prodotti commerciali. Per tali motivi l’Amministrazione ha deciso di aderire a questa innovativa iniziativa che si inserisce nell’alveo delle battaglie svolte per l’abbattimento degli stereotipi e dei pregiudizi. Un grazie agli organizzatori che hanno scelto Formia come prima tappa di questo fantastico tour.  Invito tutti a partecipare al flash mob”.