#formia / “L’evento dei venti”: la mini-rassegna di corti teatrali di Enzo Scipione

da

 

“L’evento dei venti”: venti minuti di spettacoli, per venti spettatori, per venti metri quadri, per venti repliche!”. E’ la perfetta sintesi dell’originale rassegna di “corti teatrali” – promossa ed organizzata dal regista e attore della compagnia “TeatrArte” Enzo Scipione – che contribuirà ad animare l’estate a Formia. La piega innovativa de “L’evento dei venti” e l’aver trasformato la mini-stagione nell’occasione di mostrare nuove soluzioni teatrali che danno a loro volta vita a nuove forme d’intrattenimento: lo spazio nel quale ogni mezz’ora venti persone avranno l’opportunità di assistere ad una delle venti repliche della durata di venti minuti è uno spazio improvvisato in via Abate Tosti, al numero civico 44. Uno spazio scarno, nudo, dove la compostezza minimale dell’ambiente evidenzierà privo di effetti scenici o di scenografie, farà prevalere solo la forza scenica dell’attore.

Sarà dunque la performance a riempire lo spazio per gli spettatori che riusciranno ad accaparrarsi le venti sedie disponibili in quel luogo tra tanti nel borgo marinaro di Mola, dove di volta in volta i brevi monologhi interpretati dallo stesso eclettico Scipione avranno l’obiettivo di riempire ogni dimensione percettiva.

Sulla cresta dell’onda con il successo registrato grazie allo spettacolo “Lasciati soli” da lui scritto, diretto ed interpretato incentrato sulle storie di Peppino Impastato e Aldo Moro, l’attore formiano non è nuovo ai tentativi di ricerca e sperimentazione teatrale. Questa volta, concentrandosi su uno spirito indagatore di tante realtà emotive dal dramma ironico, al fiabesco, dal paradossale all’assurdo, porterà in scena quattro diversi “corti teatrali” dal tono profondo e precisa intensità: dal 13 al 16 giugno andrà in scena “Na Santa”; dal 27 al 30 giungo sarà la volta de “Il cappellaio matto”; dal 4 al 7 luglio toccherà allo spettacolo “Provateci!” e dall’11 al 14 luglio concluderà la rassegna con “La topona”.

“L’evento dei venti non è tra i denti e nemmeno nei conventi e comunque rimaniamo contenti o scontenti se non rientri tra i venti” – recita Scipione lanciando le serate, che avranno inizio tutte con la prima replica alle 21 e l’ultima in programma per le 23, con la possibilità di prenotare rivolgendosi al numero 3200782841 o tramite la pagina facebook al contatto sociale “Ass. TeatrArte”, a cui potranno anche essere richieste tutte le informazioni desiderate. E’ previsto un contributo di tre euro.