L’acqua è un bene preziosissimo, purtroppo questa risorsa non è inesauribile, è quindi molto importante imparare ad evitare gli sprechi che ogni giorno facciamo nelle nostre case, un consumo razionale e consapevole, apporta notevoli benefici sull’ambiente ma anche sulla nostra bolletta.

Un primo passo è sicuramente quello di controllare lo stato dei nostri rubinetti, ripararli nel caso svi siano delle perdite, è un lavoro che richiede pochi minuti ma che evita uno spreco inutile.

Installare dei moderni rubinetti aerati che permettono un risparmio idrico pur conservando la stessa pressione, la stessa manutenzione è valida anche per la cassetta del water, scegliere quello che offre due diversi getti, da usare a seconda delle reali necessità.

Invece di riempire la vasca, cosa che richiede non solo molti litri d’acqua, ma anche tanto tempo d’attesa, meglio una una doccia, è più veloce ed igienica ed i consumi si possono ridurre fino al 75%.

L’acqua che scorre in modo continuo mentre ci si lava i denti è davvero uno spreco, lo stesso vale anche quando i nostri uomini si radono, magari parlando al telefonino, mentre il rubinetto è sempre aperto.

Utilizzare solo lavatrici o lavastoviglie in Classe A++ o A +++, ovvero con il marchio Energy Star a risparmio energetico, sono quelle che permettono di regolare la quantità erogata in base al carico da lavare, oppure utilizzarle solo a pieno carico.

L’acqua residua del ferro da stiro è ancora buona per innaffiare le piante, per lavare le verdure basta immergerle in una ciotola con acqua e bicarbonato e chiudere il rubinetto.

Per innaffiare il giardino non serve l’acqua potabile, va benissimo anche quella piovana, basta organizzarsi con dei contenitori e riempirli durante le piogge, o creare una cisterna dove conservarla.

Per irrigare invece del classico tubo di gomma è più efficace un sistema di irrigazione a goccia che assicura il giusto grado di umidità alle piante evitandone il ristagno e risparmiando fino al 70% del consumo di acqua.