#formia / Degrado alla villa comunale in centro, interviene la candidata sindaco Paola Villa

da

“Da svariate settimane entrare in Villa Comunale la mattina, soprattutto sul presto, è un sussulto al cuore, perché ci si imbatte in: panchine divelte, cestini per raccogliere i rifiuti, spesso bruciacchiati o in cui comunque sono evidenti i tentativi di incendio, spazzatura buttata qua e là, bottiglie e bicchieri. In pratica ci si trova davanti una situazione di degrado”. Inizia con queste affermazioni la nota a firma della candidata sindaco, espressione del civismo formiano, Paola Villa, la quale racconta osservato e segnalato da qualche tempo anche da diversi cittadini in merito alla villa comunale in centro a Formia. 

“La Villa Comunale  – scrive ancora la Villa – dovrebbe essere uno dei luoghi più sicuri della nostra città. Prima di tutto perché è il primo luogo al quale si rivolgono le famiglie, le mamme e i papà la scelgono come area di gioco per i propri bambini; secondo perché si trova proprio nel centro cittadino, quindi dovrebbe accogliere non solo le famiglie ma anche ragazzi, giovani, anziani e pensionati, e quanti vogliono trovare un luogo di tranquillità e godersi l’ampia visuale sul nostro Golfo. Eppure questa Villa da diverso tempo viene depredata, viene violentata e  sottoposta ad atti di pura inciviltà, non da grandi criminali, ma da gruppi di ragazzi adolescenti. Ragazzi che per “spirito di banda”, per puro insano divertimento, per mancanza di controllo, stanno prendendo il sopravvento. La sicurezza e il decoro di questo luogo dovrebbero essere delle priorità non solo di chi amministra la città, ma anche di chi ci vive. Priorità che dovrebbero coinvolgere tutti”.

“Si chiede per tanto – si legge in conclusione -   un intervento immediato, dal punto di vista amministrativo del Commissario Prefettizio il quale deve necessariamente trovare la possibilità accordandosi con la dirigente della Polizia Municipale di aumentare i controlli all’interno della Villa Comunale. Cercare inoltre una collaborazione con le forze dell’ordine, soprattutto durante i giorni del fine settimana. Oltre a ciò, dovrebbe essere compito della futura amministrazione della città: trovare delle soluzioni sia tecniche che economiche per aumentare il grado di illuminazione della Villa Comunale, che in molti suoi angoli risulta buia e poco sicura; aumentare la cura del luogo, potenziandone la pulizia e la cura delle aiuole e delle piante; rendere, attraverso eventi artistici, ludici ed enogastronomici, la Villa Comunale, un luogo pieno di vita, un luogo vissuto da tutti e caro a tutti.

Perché la migliore prevenzione del degrado e’ la reale rivalutazione di un luogo, la sua reale appartenenza alla città. Perché la migliore prevenzione del degrado e’ il coinvolgimento dell’intera comunità a rendere un luogo ricco di significato e spingere tutti, a proprio modo, a difenderlo”.