#formia / “Ali Spezzate- morire a Forcella a 14 anni “, Annalisa Durante nelle pagine di Paolo Miggiano

da

Lui si è salvato, lei è finita: come uno scudo ha incorporato proiettili camorristici che non erano destinati a lei. A Forcella, Napoli, a soli 14 anni, il 27 marzo del 2004, terminano i giorni di Annalisa Durante, ma non la sua vita, nè il suo ricordo. Il giornalista e scrittore Paolo Miggiano ha raccolto la sua storia e l’ha impressa nella pagine del libro “Ali Spezzate – Annalisa Durante. Morire a Forcella a quattordici anni”, che sarà presentato stasera, 7 settembre,  alle 18.30, nella Villa Comunale di Formia. Con la prefazione del giornalista Gigi Di Fiore e l’introduzione del Ministro della Giustizia Andera Orlando e di Paolo Siani Presidente della Fondazione Pol.i.s., il libro ripercorre la vicenda della morte della giovane Annalisa Durante,  tracciando la geografia criminale dei clan che insistono e si scontro in quei territori e analizzando l’abbandono ed il degrado sociale in cui gli stessi versano.

Una condizione alla ribalta, ma soprattutto in fase di ribaltamento proprio grazie a chi è riuscito a fare di un dramma esistenziale personale , la morte di un figlio, il momento del riscatto per un intero quartiere. E’ Giovanni Durante, papà di Annalisa, che in questi anni sta dando alla morte della sua bambina un significato che profumo di primavera, spazzando via il puzzo di quei proiettili che l’hanno uccisa: “La biblioteca di Annalisa Durante”. Il progetto ha visto nascere nello spazio polifunzionale “piazza Forcella”, in via Vicaria Vecchia, 23,  una vera e propria biblioteca tra al cui arricchimento sta partecipando anche la città di Formia, con l’impegno dell’Associazione “Libera”. E’ ancora in aumento il numero di libri, pur avendo già varcato la soglia dei 1500, che molte persone stanno donando e che verranno consegnati proprio a Giovanni Durante, intorno alla metà di settembre.

Il libro è il racconto di un’altra rivoluzione partenopea mancata, ma anche dello straordinario impegno di Giovanni Durante, il papà di Annalisa, rimasto a Forcella, per il riscatto culturale e sociale del quartiere. Con queste premesse avrà luogo l’incontro di questa sera,  introdotto e moderato dal giornalista Andrea Bengola alla presenza dell’autore Paolo Miggiano, organizzato dal Centro Commerciale Naturale “Le due torri” di Formia, in collaborazione con l’Associazione Polis, dedicata all’indimenticabile giovane “giornalista-giornalista” de “Il Mattino”, anch’egli prematuramente ucciso dalla Camorra Giancarlo Siani.