#minturno / Post-elezioni, Vincenzo Fedele (Energie per l’Italia) soddisfatto: “il centro-destra non può dirsi sconfitto”

da

“Per quanto mi riguarda ritengo che sia un risultato elettorale molto soddisfacente, francamente fare di più con una lista civica nata appena un mese prima e con il movimento cinque stelle che ha sbancato ovunque, anche qui sul territorio, mi sembra improbabile”. A parlare è Vincenzo Fedele, candidato di Minturno della lista civica di centro-destra “Energie per l’Italia” per Parisi Presidente, che ha riportato 2095 preferenze, affermandosi come primo della lista in provincia di Latina.

Fedele, già candidato sindaco a Minturno nel 2016, attualmente membro del locale consiglio comunale, è con lo stesso gruppo che lo ha affiancato in quella circostanza che ha aderito a questo movimento civico espressione di centro-destra. “Sono parte in integrante di questo progetto e, ovviamente, l’intenzione è quella di andare oltre. Stiamo dialogando con Parisi per proseguire con l’esperienza cercando di radicarla nei territori, magari anche con le prossime amministrative dei comuni limitrofi. Purtroppo è proprio questo aspetto, quello della territorialità diretta ad ever risentito un po’ dei tempi stretti, che di fatto ci hanno tolto un po’ di terreno”.

Ad ogni modo, Fedele si è visto confermate le preferenze che aveva già ottenuto nella tornata amministrativa di due anni fa, il che vuol dire che il suo è anche “un seguito personale”, un seguito che “gli accorda direttamente fiducia”. Ed è proprio da qui che Fedele pensa di ripartire per una mission che guardi ad orizzonti ancora più ambiziosi, ovvero, vedere ricompattato il centro destra, aggregando anche tante altre e nuove persone. “Il centro-destra, chiaramente, non può dirsi sconfitto” è, per tanto, Fedele già guarda davanti a sé, nonché alle nuove competizioni elettorali.

“Ogni giorno ho incontrato tantissime persone a Minturno e fuori – ha concluso Fedele – durante la chiusura a Sperlonga, poi, c’era un palazzetto pieno di gente e lì, in quella circostanza, ho capito che c’erano tante persone scontente, presenti in passato in convention di candidati di altri partiti, che ci stavano dando ritrovata fiducia. E’ stato bellissimo e da qui proseguiremo”.